F/W 2014/15

L’estetica onnivora del web. La sconfinata epopea dell’immagine ripetuta, come un eco, sulle piattaforme digitali. La maniera riconoscibile di Marco Grisolia, sempre vigorosa di soluzioni nel taglio e nell’accostamento inedito, si misura con i riti elettrizzanti della contemporaneità. L’eterno presente del web che annulla i confini tra le epoche e tutto brucia nella vertigine di un click qui si tramuta in un sincretismo di stili, corrosivo e sorprendente. L’ispirazione guarda ai giocosi readymade di Chad Wys, che sublimano porcellane kitsch e quadri da rigattiere con pennellate fluo, e a quelli astratti e meticolosamente geometrici di Frank Hülsbömer.

La forma talora si fa tornita e rotonda, sotto l’urgenza decorativa di un neo-rococò. Parossismo di volume, che si disegna nell’abito cocoon in lana cotta e nel cappotto sovradimensionato, in controcanto al maxibermuda in jersey. Come a ribadire che il riferimento è aulico, senza l’effetto collaterale di un tronfio formalismo. Meglio anzi l’atleticità, sottolineata dai tank top, dal dettaglio di tasche a contrasto, dall’elastico che serra i pantaloni alla vita. Fino all’ossimoro felice di un bomber in bouclé, monumentale nelle proporzioni e prezioso nelle cesellature in lurex.

Tante le anime della collezione, a immagine dei tessuti e delle diverse texture. Una materia cangiante, che sfuma dalla pelle al peluche, arricchendosi di macro paillettes policrome, lampi metallici su vaste calate di pelliccia, dal nylon al neoprene di derivazione tecnica, prima di concedersi la voluttà di una goffratura e di uno jacquard floreale. È la gioia barocca su un disegno comunque disciplinato, l’estasi che eccede e straripa da sé, nel panneggio delle gonne incise dallo spacco; nel collo a cratere della t-shirt, diafano come la corolla di una specie mai vista; nella baschina rovesciata e nell’orlo asimmetrico; nelle greche che trapelano a fiore delle bluse, come fregi di antiche aristocrazie. Eppure non si rischia l’elitismo, perché giocosa e vibrante è la palette. Di verde cinabro e fluorescenze di rosa, di curcuma e carnicino, con accenti di ceruleo, giallo ananas, avorio classicheggiante. Colori da pop-art che si riflettono in iridescenza sulla superficie delle macro paillettes, luccicanti d’oro.

Ristretta a pochi eleganti modelli la gamma degli accessori. Loafer pump e loafer flat dalla tomaia in vernice, con placca in metallo dorato sullo scollo. Borse dalla silhouette nitida, in eco-pelle e mastice, con inserti cut out e peluche a contrasto cromatico.

Gabriele Verratti

 

SACRED FEMININE
The omnivore aesthetic on the web. A boundless epos of repeated images, as an echo, on digital platforms. The style of Marco Grisolia, defined by unusual cuts and juxtapositions, compares with the rituals of contemporary life. The web which nullifies the boundary between the ages with a click turns into a striking syncretism of styles. The inspiration looks to playful readymade by Chad Wys – kitsch porcelains sublimating with fluorescent strokes kitsch porcelains and junk paintings – and at abstract art by Frank Hülsbömer. 

The shapes are rounded, based on a neo-rococo decorative style. Volume paroxysms draw wool cocoon dresses and overcoats, opposing with jersey shorts. References are courtly, but free of pompous formalisms. Instead, the athleticism is emphasized by tank tops, pocket details and waist straps, until the oxymoron of a bouclé bomber jacket with lurex elements.

The collection is imbued with several faces, recognizable in fabrics and shimmering textures which fade from leather to pelouche, embellished with multicolored sequins, metallic flashes and fur panels, neopren, voluptuous embossing and a floral jacquard. 

Baroque drawings and covered lines. Draperies pervade slit skirts, diaphanous stiff collars appear on T-shirts and dresses. Peplum pants match blouses with greek frieze. The color palette is playful and vibrant: cinnabar green, nude pink, turmeric and pineapple yellow, classical ivory. Pop-art colors that become iridescent on the sequin surfaces, gold shining.

The range of accessories includes patent-leather pumps and loafers with gold metal plates, eco-leather and mastic clutches with contrasting stuffed inserts.

 

Gabriele Verratti